top of page

23 gennaio giornata delle torte!

Il 23 gennaio è una data molto importante per i golosi di tutto il mondo: è la giornata delle torte. 

La storia della torta è ricca e variegata. Le prime tracce di dolci simili a torte sono risalgono agli antichi egizi e greci, che utilizzavano miele, frutta secca e farina.

Successivamente, nel periodo romano, fu introdotto un nuovo ingrediente: l’olio.

Nel Medioevo le torte divennero popolari in Europa, arricchendosi con ingredienti come zucchero e spezie provenienti dall’Oriente.

Durante il Rinascimento la pasticceria europea ebbe un’ulteriore evoluzione, con l’aggiunta di ingredienti lussuosi come burro e uova.

Nel XVII secolo la torta alla crema divenne un’icona della pasticceria francese.

All’epoca della Rivoluzione industriale la produzione di torte divenne più accessibile, portando alla diversificazione delle ricette e un accesso più ampio a dolci prima riservati alle classi sociali elevate.

Nel XX secolo la pasticceria conobbe una crescita esponenziale, con la commercializzazione di miscele di torte e lo sviluppo di nuovi stili e gusti.

Oggi la torta è un elemento fondamentale delle celebrazioni in molte culture e una forma d’arte culinaria con infinite varianti regionali e culturali.


L’Emilia Romagna è una regione famosa per la ricca tradizione culinaria e le varie specialità dolciarie tipiche. Tra queste la torta Barozzi, una prelibatezza che ha origini a Vignola nel Modenese. La torta è a base di cioccolato fondente, mandorle e caffè, e ha uno strato croccante di glassa di cioccolato sulla superficie. La sua consistenza densa e il sapore deciso la rendono un’autentica delizia per gli amanti del cioccolato.


Tra le specialità bolognesi vi sono la torta di Riso, dolce a base di riso, latte, uova, zucchero e scorza di limone, spesso arricchito con uvetta o pinoli, e il Certosino, dolce natalizio a base di frutta secca, miele cioccolato e spezie, di consistenza densa e dal sapore aromatico.


Un dolce tipico di Parma è la torta Maria Luigia. Questa prelibatezza è composta da strati di pan di Spagna imbevuto di liquore, alternati a uno strato di crema pasticcera e cioccolato fondente.


La torta di Tagliatelle, una particolarità ferrarese, è composta da strati sottili di pasta fresca all’uovo alternati con strati di cioccolato e mandorle. La Coppia Ferrarese è un dolce lievitato a forma di otto, spesso aromatizzato con anice. La torta Tenerina è caratterizzata da una consistenza morbida e umida, grazie alla combinazione di cioccolato fondente, uova, zucchero e burro. La sua superficie leggermente croccante crea un contrasto delizioso.


La Spongata di Reggio Emilia è una torta natalizia a base di miele, noci, mandorle, frutta candita, con aggiunta di spezie come la cannella e i chiodi di garofano.


Un dolce tipico di Ravenna è il Pasticcio di Ravenna o Pasticcio di Tavola. Questa torta rustica è preparata con una base di pasta frolla e un ripieno composto da ricotta, uova, zucchero e scorza di limone, ed è spesso arricchita con pinoli o canditi. Il contrasto di sapori è delizioso.

La Ciambella allo Zenzero di Ravenna è caratterizzata da un impasto soffice e profumato allo zenzero. La superficie può essere spolverata con zucchero a velo per il tocco finale.


Una torta tipica di Forlì è la Crispella. Si tratta di una sorta di frittella, tipicamente consumata durante il periodo di Carnevale, a base di farina, uova e zucchero. Spesso è guarnita con zucchero a velo. 

Altro dolce rustico forlivese di origine contadina è il Bustrengo, preparato con farina di mais, noci, uva passa, miele e spezie. La Pinza è una torta tipica delle festività natalizie a base di farina, uvetta, noci, pinoli, cacao e scorza d’arancia.


Il Passatello è una pasta dolce tipica di Rimini, realizzata con farina, uova e scorza di limone, e cotta direttamente in acqua bollente con uno speciale attrezzo a forma di stella. Il Passatello è spesso servito con zucchero e cannella.


A questo punto non resta che augurare a tutti buon appetito!

Laura Scandellari

Presidente Fitel Emilia Romagna


bottom of page